Talking Futures: Gianluca Dettori parla del futuro del denaro e di Sardex.net

“Questo sistema non sostituisce il sistema attuale in euro, ma agisce come un complemento ad esso…”

Talking Futures. Life in 2050 according to Futurium thought leaders raccoglie una serie di interviste con leader di pensiero in vari ambiti della vita. Le interviste rientrano nel progetto Futurium, la piattaforma online utilizzata dal progetto Digital Future della Commissione Europea, nato per facilitare un’ampia riflessione sulle future politiche europee.

In questa intervista, Gianluca Dettori, fondatore e presidente di dPixel, società di consulenza specializzata in Venture Capital nel settore digitale, con sede in Italia e oltre 20 partecipazioni in alcune tra le più promettenti start up digitali del panorama italiano (tra le quali spicca anche la nostra Sardex), delinea il futuro dei finanziamenti e del denaro, concentrandosi in particolare sulle ultime tendenze in riferimento allo sviluppo del venture capital, del crowdfunding e delle monete complementari. In generale, -afferma Gianluca Dettori-  la nostra economia sta affrontando un momento particolare, soprattutto nei paesi occidentali, che sono alla ricerca di nuovi metodi per rilanciare il sistema economico.

Dettori-Sardex.netL’aumento delle informazioni disponibili attraverso internet ha determinato un cambiamento nell’imprenditorialità, nel venture capital e nel crowdfunding, divenuti più accessibili grazie alle nuove tecnologie. Un elemento importante di questo cambiamento è costituito dalla valute complementari (che sono già a migliaia in tutto il mondo) tra cui rientra il Sardex. “In termini concreti, Sardex è una camera di compensazione di crediti tra le aziende, vale a dire una rete in cui circa 1500 aziende si scambiano (mensilmente ndr) 1,5 milioni di euro in transazioni ”. Gli associati alla rete utilizzano il Sardex come moneta per le loro transazioni e questo permette di attivare il potenziale inespresso dell’azienda e di aumentare i ricavi. “Questo sistema – precisa l’intervistato- non sostituisce il sistema attuale in euro, ma agisce come un complemento ad esso (e continuerà a farlo sempre di più nel futuro)”. Inoltre, le valute complementari possono essere utilizzate dalla pubblica amministrazione come uno strumento efficace per lo sviluppo, ma affinché questo tipo di politiche possano svilupparsi al meglio, è necessaria l’elaborazione di una strategia ad alto livello.

INSERITO IN:

Tag:

I commenti sono chiusi.

Ultime Recensioni