«Sardex è una rete solidale»

Dal Bar Florio al Fuaié del Teatro Massimo, Andrea Setzu e il socio Massimo Mereu hanno trovato nel Circuito l’alleato che li ha aiutati a dare concretezza alle loro idee imprenditoriali. Un network nel quale loro hanno colto tutte le opportunità: da Efficio+ a Bisoo a fornitori importanti di beni e di servizi essenziali per la loro attività.

«Sardex è una rete solidale composta da compagni di viaggio che ti aiutano e ti supportano in tutti i modi». Andrea Setzu non ha dubbi, del resto la sua è molto più di una semplice per quanto interessante storia di iscritto; il suo racconto, infatti, è una vera e propria esperienza immersiva nel network: «Cerchiamo di usare al meglio tutto ciò che il circuito ci mette a disposizione».

Relazioni e, soprattutto, strumenti per trasformare i progetti in realtà: da Efficio+ a Bisoo, Andrea, assieme al socio Massimo Mereu, ha sposato con entusiasmo e convinzione tutte le novità proposte dalla rete nella convinzione che tutte, pur nella loro specificità, convergessero verso sempre verso il medesimo obiettivo: aiutare concretamente chi fa impresa. «Quando iniziamo nuove collaborazioni chiediamo sempre ai nostri nuovi partner se ne fanno già parte, per noi è un valore aggiunto che ti consente di instaurare sin da subito rapporti d’affari proficui basati sulla fiducia».

I vantaggi sono molteplici: «Sardex ti permette di acquisire nuovi clienti e di fidelizzare quelli che hai già; inoltre ti dà nuove opportunità di relazione e di business. Tra iscritti ci si ritrova immediatamente perché si è accomunati dalla stessa sensibilità, dalla stessa attenzione per l’economia locale e per il territorio».

Un alleato prezioso, Sardex, grazie al quale si può dare corpo alle idee. L’ultima, in ordine di tempo, è il “Fuaié”, il bar che si trova all’interno del Teatro Massimo a Cagliari. «Tutta la rivisitazione di questo spazio – chiarisce Andrea (al centro nella foto con il socio Massimo Mereu e una collaboratrice, Roberta Ledda) – è stata possibile grazie a Sardex; abbiamo sfruttato Efficio+, la linea di credito a tasso zero, per poter realizzare la gran parte dei lavori di personalizzazione di questo luogo che, nelle nostre intenzioni, è molto più di un bar, perché vuole essere un luogo di ritrovo a tutto tondo. Siamo pure nel programma Bisoo; anche in questo caso l’idea di premiare il consumo locale in euro con una ricarica in crediti ci è piaciuta tantissimo, un modo per rafforzare quotidianamente il senso di appartenenza alla rete». Chi frequenta il “Fuaié”, oltre a poter gustare prodotti di qualità ha l’opportunità di poter visitare mostre ospitate proprio negli stessi spazi.

Un’idea, quella di coniugare lavoro e passione per l’arte, che è alla base del loro sodalizio imprenditoriale nato con l’apertura del Bar Florio in via San Domenico a Cagliari: «Avevamo la voglia di mettere insieme la promozione delle nostre eccellenze con la buona musica, in particolare quella elettronica, e così abbiamo dato vita a questa formula che poi riproponiamo qui al Teatro Massimo».

Anche in questo caso, Sardex offre una sponda importante sotto entrambi i profili: « Siamo alla ricerca continua della qualità e nel Circuito abbiamo trovato esempi di eccellenze con “Sapori di Sardegna” e “Panificio Porta” che sono fornitori per noi essenziali, pagati ovviamente in crediti. Per quanto attiene l’aspetto culturale, siamo stati con orgoglio partner di Mitzas il festival dedicato alla Sardegna che cambia svoltosi di recente proprio al Massimo. Ma vogliamo proporre altre iniziative in quest’ambito, sempre con il sostegno del circuito. In Sardex – conclude Andrea – si fanno buoni affari, si conosce bella gente e ci si diverte e questo non guasta affatto».

INSERITO IN:

Tag:

I commenti sono chiusi.

Ultime Recensioni