Sardex sulle pagine de “La Nuova Sardegna”

Sulla scia del prestigioso riconoscimento del Financial Times che ha inserito Sardex tra le mille imprese europee a maggior crescita, il quotidiano sassarese dedica un ampio servizio alla nostra azienda raccontando come la fiducia sia un bene sociale con importanti risvolti economici. Un progetto che oggi abbraccia ben 11 regioni oltre la Sardegna e guarda all’estero e ai consumatori.

La fiducia come valore relazionale e anche economico. Numeri alla mano è quello che dimostra la storia di Sardex ripercorsa oggi da La Nuova Sardegna in un ampio servizio di Salvatore Santoni. Nel pezzo a tutta pagina, realizzato sull’onda lunga del prestigioso riconoscimento del Financial Times che ha inserito Sardex al 390esimo posto tra le mille imprese europee con il più elevato tasso di crescita tra il 2012 e il 2015 (+294%), si riassume tutte le tappe dell’azienda dal 2009 sino ad oggi.

Scommessa diventata realtà consolidata. Il patto di fiducia tra aderenti si è via via allargato prima nell’isola – dove aderiscono al Circuito oltre 3 mila 500 imprese e professionisti – e poi al di fuori dei confini regionali. Attualmente il modello è replicato in altre undici regioni: Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Campania, Molise-Sannio con nel complesso più di 4 mila iscritti. Dal 2013 al 2017 tutti i Circuiti  hanno transato oltre 207 milioni di crediti.

Spazio poi anche ad alcune storie di iscritti che hanno tratto beneficio dall’ingresso al Circuito aumentando clienti, fatturato e abbattendo spese aziendali importanti. Migliaia di operazioni grazie alla moneta complementare, nei primi tre mesi di quest’anno più di 57 mila, dietro alle quali c’è prima di tutto una stretta di mano. Dentisti, ristoratori, liberi professionisti, band musicali, squadre di calcio, l’approfondimento del quotidiano sassarese riepiloga solo alcune tra le migliaia di esperienze positive in tutta l’isola. Testimonianze di imprenditori che hanno trovato nel Circuito di Credito Commerciale un valido sostegno al loro business mettendo a frutto il potenziale produttivo inespresso, quella quota di beni e servizi che nel mercato euro non riuscivano a collocare.

Opportunità di guadagno ulteriore e anche una vetrina per far conoscere prodotti d’eccellenza. Ma il progetto di espansione continua: nell’anno in corso è previsto il completamento della geografia in Italia e si guarda all’estero. Inoltre è in programma l’apertura ai consumatori con l’intento di sviluppare un consumo consapevole: « A breve – ha annunciato l’amministratore delegato Roberto Spano – lanceremo il primo test in Sardegna». Tutti i dettagli nell’articolo del quotidiano oggi in edicola.

INSERITO IN:

Tag:

I commenti sono chiusi.

Ultime Recensioni