Il Circuito cattura l’attenzione delle aziende biellesi

Il bilancio del convegno al Sellalab tra testimonianze degli iscritti a Piemex, nuove richieste di adesione e l’esperienza di Sardex

Oltre 120 presenti, tra cui molti rappresentanti del mondo economico biellese e delle zone limitrofe, e ben dodici aziende che, a margine della serata, hanno chiesto un appuntamento con lo staff di Piemex.net per iscriversi al Circuito di Credito commerciale piemontese. Si può riassumere in questi due numeri il bilancio di “Nuove opportunità di credito per le imprese grazie a i mercati complementari” che si è tenuto a Biella nella sede di SELLALAB, l’incubatore di startup voluto fortemente da Banca Sella da sempre fortemente ancorata al territorio e capace di uno sguardo profondo sulle dinamiche e le istanze di cambiamento che lo attraversano.

L’iniziativa, pensata espressamente per informare e coinvolgere gli imprenditori locali sulle potenzialità e le opportunità offerte da questi nuovi strumenti, è stata occasione per fare il punto della situazione sull’attività dei Circuiti di Credito Commerciale.

Alessandro Brandoni ha offerto un’istantanea di Piemex, mentre Franco Contu ne ha tracciato lo sviluppo; Enrica Ghiotti ha risposto alle domande dei numerosi partecipanti e fornito chiarimenti sulle modalità d’ingresso nel Circuito. Presenti per Sardex.net – Gabriele Littera, Roberto Spano e Nicola Pirina rispettivamente presidente, amministratore delegato e direttore generale del circuito – che hanno illustrato l’esperienza nata in Sardegna nel 2009 e capace – in pochi anni – di rivitalizzare il tessuto economico regionale coinvolgendo oltre 3 mila aziende.

Un lavoro che ha agito in profondità non solo nell’isola; la bontà e la solidità del progetto hanno permesso di esportarlo anche in altre regioni, tra cui il Piemonte dove il Circuito è operativo dall’aprile del 2014 e conta oltre 200 iscritti. Alcuni di loro (Riccardo Godino dell’azienda Pronto Pulito di Verbania, Stefano Lazzarini della Cartaria Biellese di Vigliano Biellese, Marco Giorgi dell’Emisfera di Verbania e Maria Grazia Regazzi di Via Italia Moda di Domodossola) hanno raccontato la loro esperienza; tutte testimonianze con un denominatore comune: la consapevolezza d’essere entrati a far parte di un meccanismo in cui esiste un valore aggiunto importante e molto forte, la relazione sociale che sostiene quella di tipo economico. Più clienti e più fatturato grazie a rapporti umani rafforzati. Un modo nuovo di fare impresa, basato sulla fiducia reciproca, che ottimizza le capacità produttive e libera liquidità preziosa facendo leva sulla forza della rete. Con un risvolto positivo ulteriore: l’incremento dell’attitudine alla collaborazione tra tutti gli attori economici del territorio.

Vedi anche: I Circuiti di Credito Commerciale® attivi nella penisola.

INSERITO IN:

Tag:

I commenti sono chiusi.

Ultime Recensioni