«Sardex mi ha incoraggiato a proporre servizi nuovi»

Salvatore Casu, della Piccola Bottega del Gusto di Alghero, ha proposto con successo nel Circuito la spesa su commissione e il confezionamento di cesti, due idee che hanno contribuito a rafforzare l’attività e a fidelizzare i clienti.

Nella sua esperienza, Sardex è un «facilitatore di scambi commerciali e di rapporti personali», la scintilla che avvia il motore della fiducia. Salvatore Casu della Piccola Bottega del Gusto, venti metri quadri ad alto tasso di prelibatezze – rigorosamente sarde – all’interno del Mercato Civico di Alghero, ha trovato nel Circuito quella spinta economica e relazionale capace di imprimere un’accelerazione decisiva all’attività. «Si instaurano rapporti che poi vanno oltre l’aspetto commerciale tanto che, spesso, per le spese in euro consiglio ai miei clienti le aziende con le quali ho rapporti in Sardex da tempo. Inizialmente abbiamo avuto qualche difficoltà ma, da un anno a questa parte, le cose sono migliorate tantissimo perché in città e nel circondario ci sono state molte adesioni alla rete».

Nel corso degli anni, la bottega ha puntato su due elementi: qualità dell’offerta e servizi sempre nuovi. «L’azienda è nata nel 2006 grazie alla professionalità e alla passione di mia moglie nel settore della salumeria e anche per avere qualcosa di nostro in famiglia. Io nasco come agente di commercio e ho portato in dote la predisposizione ai rapporti con il pubblico e la cura nella ricerca dei fornitori e dei produttori. Da subito abbiamo proposto la vendita diretta di pane fresco, di salumi e di formaggi della nostra terra, dando spazio, ad esempio, al pane a lievito naturale che è patrimonio del paese in cui viviamo, Olmedo. Oltre a ciò, diamo servizi di catering e organizziamo piccoli eventi come gli aperitivi di lavoro ma siamo sempre pronti a metterci in gioco su nuove idee».

E tra le novità, sperimentate con successo grazie a Sardex, spicca la spesa su commissione: «Ho dato ad alcuni iscritti, ormai diventati amici, la mia disponibilità a fargli la spesa casalinga che in genere fanno in euro, reperendo pure prodotti non presenti abitualmente nella mia attività. Mi hanno inoltrato la lista personalizzata e, in pochi giorni, ho fatto avere loro tutto l’occorrente debitamente sistemato e totalmente in Sardex».

L’esperimento è stato un successo. Stesso risultato per un servizio dedicato, fatto sotto Natale: «Abbiamo offerto il confezionamento di cesti regalo, proponendoci alle aziende del Circuito, ce ne sono stati commissionati oltre 200. Siamo arrivati a Olbia e a Benetutti. Operazione, tutta in crediti, che riproporremo quest’anno, provando ad acquistare tutto l’occorrente per comporli e confezionarli unicamente da aderenti alla rete».

Vantaggi molteplici, quelli legati al Circuito, così riassumibili: più clienti, più fatturato, maggiore visibilità anche al di fuori della città e rapporti umani solidi. «Stare in Sardex – aggiunge Salvatore – mi ha stimolato a propormi in modo innovativo e a comprare in modo differente. Vendo i miei prodotti e servizi e acquisto packaging, vini, pane carasau, pasta, marmellate, bottarga e altri generi sempre da altri iscritti. In più impiego i crediti per far fronte a esigenze personali che prima affrontavo in euro; da quelle per farmacia e ottico passando per ristorazione, abbigliamento, telefonia e riparazione dell’auto».

Attivismo che è conseguenza di una rinnovata fiducia: «Rischio maggiormente rispetto al passato, prendendo in crediti i prodotti nuovi da introdurre e togliendomi qualche sfizio come l’attrezzatura da jogging per me e per mio figlio e un cardiofrequenzimetro. La cosa più importante – conclude l’imprenditore – è credere veramente nel Circuito e spendersi perché, solo così, si possono trarre tutti benefici possibili».

INSERITO IN:

Tag:

I commenti sono chiusi.

Ultime Recensioni