Sardex protagonista del nuovo libro di Daniel Tarozzi

Da oggi in libreria per Chiarelettere “Una moneta chiamata fiducia” che racconta l’esperienza vincente del Circuito, i suoi valori e i suoi successi. Un’avventura iniziata nel 2009 che è diventata modello di riferimento per migliaia di aziende in Sardegna e in tante altre regioni italiane.

“Una moneta chiamata fiducia. Oltre il denaro, l’esperienza vincente di Sardex”. È il titolo del libro-viaggio di Daniel Tarozzi all’interno del mondo Sardex.

Edito da Chiarelettere, nelle librerie a partire da oggi, è un racconto denso e appassionato del Circuito e dei suoi valori. Un modello che – in quasi dieci anni di attività – ha saputo coinvolgere migliaia di imprese e di professionisti nell’isola e in altre 12 regioni italiane, basando la propria azione sulla risorsa più rara e preziosa esistente in economia: la fiducia.

Quella che nel 2009 era nata come un sogno, nel corso degli anni è diventata il riferimento per moltissime attività produttive, oltre 10 mila in tutta la Penisola, ed è stato raccontato a più riprese dai media nazionali e stranieri. Percorso di crescita che, recentemente, ha portato l’azienda nata a Serramanna a tagliare il traguardo del mezzo miliardo di crediti transati. Da utopia a realtà concreta e solida.

Perché, come afferma Tarozzi nelle sue pagine «un’altra economia è possibile anzi, esiste già e si chiama economia della fiducia: una rete di cittadini, imprese, associazioni messe in relazione tra loro attraverso uno strumento innovativo che si basa su reciprocità, mutuo credito e innovazione».

Esperimento pensato a misura delle esigenze delle comunità locali, in decisa controtendenza rispetto ai modelli e alle ricette tradizionali e che negli anni ha saputo conquistare il plauso di tantissimi economisti di fama internazionale ed è stato oggetto di studi nelle università più importanti del mondo.

La ricostruzione di Tarozzi fa capire come la moneta o, meglio, l’idea che c‘è dietro di essa sia in grado di ridisegnare l’economia rimettendo al centro della scena il tessuto sociale e produttivo locale solitamente compresso da dinamiche sovranazionali.

Un disegno nuovo, quello di Sardex, che è basato sulla centralità delle persone, sul loro saper fare e sulla fiducia reciproca e nel quale la moneta è il mezzo e non il fine per tenerle insieme e aiutarle.

INSERITO IN:

Tag:

I commenti sono chiusi.

Ultime Recensioni