Sardex e Confindustria a Oristano: nuove sinergie tra cultura e attività produttive

L’incontro oristanese ha confermato l’importanza della partnership tra Sardex e Confindustria Sardegna e inaugurato nuove sinergie di supporto e collaborazione con gli attori del territorio come la Fondazione Sa Sartiglia ONLUS.

In un territorio dove gli aderenti al circuito si contano ormai in 350 imprese, la tappa oristanese del meeting Sardex ha raccolto nella serata di ieri il notevole e variegato interesse di nuove aziende pronte ad allargare il network.
L’incontro, ospitato all’auditorium dell’Hospitalis Sancti Antoni di Oristano e organizzato all’interno del roadshow di eventi finalizzato a far conoscere alle imprese sarde i vantaggi e i benefici del circuito, ha recepito ancora una volta l’importanza della convenzione con Confindustria; la reciprocità della collaborazione è stata ben espressa durante l’evento da Francesco Pireddu, presidente Giovani Confindustria Centro Nord Sardegna, importante ramo del sistema associativo sardo che serve i territori di Oristano, Sassari e Olbia: «I meeting itineranti di Sardex ci consentono di far esplorare alle 1500 imprese di Confindustria il valore del circuito e stimolarle ad aderire».

Un valore, quello della rete, confermato e auspicato anche da Francesco Obino, direttore della Fondazione Sa Sartiglia ONLUS di Oristano, presente al meeting nel duplice ruolo di iscritto al circuito e promotore di nuove sinergie tra le imprese aderenti e la storica manifestazione oristanese: «Facciamo parte del circuito da due anni e crediamo profondamente nell’opportunità di fare rete nel territorio e nella necessità che la cultura si sposi con le attività produttive. In questo senso Sardex diventa un’occasione collaborativa formidabile per portare avanti insieme progetti importanti».

Una prassi da stimolare, quella di investire nella cultura, che fa rima con la proposta della Fondazione Sa Sartiglia di garantire uno sconto sui pacchetti sponsor in Sardex per la Sartiglia 2017.
Le ricadute economiche del circuito continuano insomma a calarsi nelle specificità dei territori dove il network vive e opera ogni giorno e le imprese aderenti riconoscono l’importanza di continuare a confrontarsi: «Ho aderito al circuito un anno fa – spiega Raimondo Crobe, titolare de Sa Crabittura, azienda del network specializzata in lavori edili e restauro – e oggi mi trovo a confrontarmi con tanti nuovi aderenti; è importante per noi aziende iscritte imparare a conoscere in modo sempre più accurato il funzionamento del circuito».

Costruire alleanze virtuose, quindi, e in grado di moltiplicare le occasioni di sostegno reciproco tra le imprese isolane. Collaborazione che parte da basi solide e da una formazione specifica al servizio della crescita delle imprese aderenti: proprio di buone pratiche, social responsability e argomenti cardine per lo sviluppo commerciale delle imprese aderenti, hanno parlato Carlo Mancosu, cofounder Sardex, e Stefania Campus della Direzione commerciale del circuito.

 Nuovi incontri sono già in calendario per le imprese Sardex.net, il primo Circuito di Credito Commerciale della Sardegna replicato ormai in gran parte del territorio nazionale dove sono attive, nel complesso, più di 7000 aziende. Obiettivo fondante del network è di riconnettere le imprese del territorio e trasformare perdite di profitto e mancati guadagni in risparmio di liquidità e migliore gestione dell’impresa tramite strumenti di credito paralleli e complementari a quelli tradizionali. 

INSERITO IN:

Tag:

I commenti sono chiusi.

Ultime Recensioni