Sardex alla conferenza sulla cooperazione euro-mediterranea

Appuntamento sabato 22 settembre a Cagliari nella sala convegni dell’EXMA in via San Lucifero 71 con l’incontro dibattito “Sardegna, hub della cooperazione Euro-Mediterranea?”. Esperti a confronto su vari temi: trasporti, logistica, economia circolare, fonti di finanziamento. Interviene Giuseppe Littera, responsabile relazioni internazionali di Sardex che parlerà nel panel dedicato alle prospettive di diffusione delle monete complementari nel Mediterraneo.

Fonti di finanziamento, trasporti, logistica, economia circolare. Sono i temi cardine attorno ai quali ruoterà la conferenza internazionale sulla cooperazione euro-mediterranea “Sardegna, hub della cooperazione Euro-Mediterranea?” che si terrà a Cagliari sabato 22 settembre – a partire dalle 10 – nella sala convegni dell’EXMA in via San Lucifero 71. Tra i protagonisti anche Sardex.

L’iniziativa, organizzata da OpenMed, in collaborazione con Sardegna 2050, il corso di laurea magistrale in Relazioni Internazionali dell’Università di Cagliari e Europe Direct Regione Sardegna, porta in città rappresentanti sardi e internazionali di alto profilo che ragioneranno sulle potenzialità dell’isola nel contesto euro-mediterraneo.

La Sardegna, attualmente marginale in Europa, può essere centro nevralgico di reti di relazioni con i paesi del Mediterraneo, recitando così un ruolo da protagonista in un’area sempre più importante dal punto di vista geopolitico ed economico.

La giornata di approfondimento vedrà tra i diversi protagonisti anche Sardex con Giuseppe Littera.  Il responsabile delle Relazioni Internazionali interverrà nel panel tematico “Economia circolare e moneta complementare: un contributo allo sviluppo locale dell’area Euro-Mediterranea”.

Littera dialogherà con Lluis Torrens Mèlich (Ayuntamiento de Barcelona) e Antonello Chessa del Centro Regionale di Programmazione della Regione Sardegna. Modererà Paolo Dini (London School of Economics). Occasione per raccontare l’esperienza virtuosa di Sardex, le sue ricadute positive sulla comunità, il suo impatto rigenerativo sul tessuto economico e relazionale e anche per indicare una via di sviluppo possibile nata nell’isola nel 2010 e capace negli anni di espandersi fuori dai confini regionali.

Previsti approfondimenti anche su trasporti, occasioni di finanziamento, geopolitica. A seguire il dibattito “Le istituzioni e il Mediterraneo” con: Filippo Spanu (assessore degli Affari Generali della Regione Sardegna), Salvatore Cicu (Eurodeputato, componente del Comitato Commercio Internazionale) e Pino Cabras (Deputato e componente della Commissione Affari Esteri e Comunitari). Qui il link al programma completo.

La giornata di sabato sancisce la conclusione della Summer School sulla cooperazione euro-mediterranea 2018, la tre giorni rivolta agli attori locali per l’approfondimento delle tecniche di euro-progettazione.

 

 

 

INSERITO IN:

Tag:

I commenti sono chiusi.

Ultime Recensioni