Monumenti Aperti, in archivio edizione da record

Presentati a Cagliari nella Sala della Terrazza del Centro Comunale d’Arte EXMA i dati della ventesima edizione: 296 mila persone hanno visitato 690 luoghi d’interesse storico sparsi in 48 Comuni.

690 monumenti aperti nei 45 comuni isolani e 3 del Piemonte296.000 firme nei registri. Oltre 15.000 volontari, tutti assicurati, principalmente provenienti dal mondo della scuola ma anche dalle associazioni, a raccontarli. «Un bambino ci ha detto: mi piace fare Monumenti Aperti perché è l’unica volta in cui sono i bambini a insegnare ai grandi». Potrebbe essere questa l’estrema sintesi e la migliore testimonianza della XX edizione di Monumenti Aperti, l’iniziativa nata nel 1997 a Cagliari grazie a una intuizione dell’associazione Ipogeo e per iniziativa dell’associazionismo civile e culturale con il sostegno di diverse istituzioni, tra le quali il Comune di Cagliari e a cui si è aggiunta in seguito la Regione Autonoma della Sardegna.

In conferenza stampa sono intervenuti il Presidente di Imago Mundi Onlus Fabrizio Frongia, l’Assessore regionale della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport Claudia Firino, la dirigente dell’Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio Rita Carusci, il responsabile comunicazione della Fondazione di Sardegna Graziano Milia.

«Un traguardo importante che premia tutta la Sardegna», hanno commentato gli organizzatori il ventennio di Monumenti Aperti. «Un successo popolare» si legge in nota stampa, che in tutto questo tempo «ha confezionato numeri che testimoniano il forte impatto che l’iniziativa ha sul territorio regionale e che è sintetizzabile in alcuni numeri chiave: 3 milioni di visite guidate realizzate gratuitamente da 100.000 studenti e 50.000 volontari che hanno riscritto e raccontato 1000 monumenti in 119 amministrazioni comunali». Un entusiasmo concreto che è diventato anche modello di esportazione. Quest’anno infatti, per la prima volta hanno aderito all’iniziativa tre comuni del Piemonte. Ci si augura che il progetto si diffonda nella penisola e approdi in contesti europei e internazionali.

INSERITO IN:

Tag:

I commenti sono chiusi.

Ultime Recensioni