La radio Monocle 24 parla di noi!

Piero Sanna ai microfoni di radio Monocle 24

Siamo andati in onda anche su Monocle 24, la radio della nota rivista inglese Monocle che si occupa di affari globali e lifestyle. La rivista, fondata dall’imprenditore canadese Tyler Brûlé, giornalista del Financial Times e prodotta da Winkontent Ltd, fornisce una prospettiva globale su affari internazionali, cultura, design e moda, svelando tutte la novità più esclusive del pianeta. Il Magazine, che ha sedi e uffici a New York, Tokyo, Toronto, Hong Kong e Zurigo, ha sviluppato inoltre una rete di corrispondenti in varie città del mondo, tra cui Beirut, Parigi, Città del Capo, Washington, Nairobi, Gerusalemme e Santiago, solo per citarne alcune. Nel dicembre 2008, Monocle ha lanciato il Monocle Weekly, un programma settimanale radio che parla di affari e temi caldi provenienti da tutto il mondo, le cui trasmissioni sono state registrate in vari studi intorno al pianeta, tra cui Tokyo, Stoccolma, Rio de Janeiro, Londra e Sydney. In seguito alla popolarità del Monocle Weekly, la società, nell’ottobre del 2011, ha lanciato Monocle 24, sullo stile della BBC World Service. La stazione radio, in onda 24 ore al giorno, ha la sede principale al piano terra degli uffici di Monocle Marylebone e propone quotidianamente trasmissioni in diretta di attualità così come programmi settimanali dedicati alla cultura, al cibo, all’urbanistica, agli affari e al design. Le trasmissioni, ospitate e curate dai redattori della rivista, raggiungono i 2,5 milioni di download al mese.

Ai microfoni di Monocle 24, Piero Sanna, co-fondatore Sardex e responsabile dell’Area Broker, ha spiegato il funzionamento dei pagamenti nella piattaforma digitale Sardex, senza l’utilizzo dell’euro. Attraverso questo sistema gli associati possono andare in ristorante pagando la cena in crediti Sardex e il ristoratore, a sua volta, riceve immediatamente l’accredito nel suo conto Sardex che potrà utilizzare per pagare i suoi fornitori, scegliendoli fra le 1600 aziende affiliate. “Il trattamento fiscale è lo stesso dell’euro – continua Carlo Mancosu, responsabile dell’Area Comunicazione – e poichè tutti i pagamenti sono tracciati sul server non è possibile evadere il fisco utilizzando il Sardex”. La moneta complementare, con il suo andamento anticiclico, permette inoltre di risolvere, almneo in parte, le difficoltà di accesso al credito delle aziende sarde, in quanto “questo sistema ci permette di fare meno rinunce, dandoci la possibilità di effettuare investimenti in crediti sardex che non avremmo potuto fare in euro per mancanza di liquidità” come afferma il viticoltore Lilliu. E’ possibile ascoltare l’intero servizio al seguente link a partire dal minuto 14,50

INSERITO IN:

Tag:

I commenti sono chiusi.

Ultime Recensioni