Marina Cafè Noir

Dal 2 al 6 settembre 2015 a Cagliari la XIII edizione del Festival “Marina Cafè Noir”.

La cornice sarà il Terrapieno e il Giardino sotto le mura di Cagliari, in viale Regina Elena. Il tema, la libertà, il bene più prezioso. Dal 2 al 6 settembre torna Maria Cafè Noir, il festival di letterature e saperi, cinema e teatro, musica e arti visive. Il titolo dell’edizione 2015 è Signora Libertà, un omaggio alla canzone “Se ti tagliassero a pezzetti” di Fabrizio De Andrè, alle infinite suggestioni della Libertà, al suo ruolo e al suo fascino.

Il bisogno di libertà si declinerà affrontando temi cari al Festival come le migrazioni, il Mediterraneo, il lavoro e le nuove economie, la situazione delle carceri, il cinema e la letteratura, i luoghi e i modi di produrre cultura indipendente e underground, le sperimentazioni di nuove forme di socialità, di partecipazione e divulgazione dei saperi, criminalità (nel suo rapporto con la letteratura nera, che sempre più spesso anticipa la realtà) e meccanismi del business intorno al cibo.

Marina-cafè-noir-cagliari

Animeranno la XIII edizione del Marina Cafè Noir, tra gli altri, gli scrittori Giancarlo De Cataldo, Renè Fregni, Caryl Ferey, Wolf Bukowski, Pietro Grossi, Silvano Agosti, Marco Philopat, Gellert Tamas, Evelina Santangelo, Serge Quadruppani, Ignacio Martinez De Pisòn, Gioacchino Criaco, i disegnatori Zerocalcare e Otto Gabos, lo storico e antropologo Andrea Staid, l’attore Jacopo Cullin. Tanti anche gli appuntamenti musicali che accompagneranno la chiusura di ogni serata tra reading e concerti: dai Camillas ai Samurai 5tet, dai Rakìa ai South Sardinian Scum sino ai King Howl.

Saranno attivi inoltre i seguenti laboratori per adulti e bambini:
– “Dall’impotenza alla creatività” con Silvano Agosti (in collaborazione con Progetto Ottobre In Poesia), il 4 settembre;
– “Philosophy for children” a cura di Daniela Zoccheddu, l’1 e il 2 settembre;
– “Lupo in versi”, a cura di Bel e Zebù per bambini da 0 a 5 anni, il 5 settembre.

Lo spazio sarà anche quest’anno quello di confine tra i quartieri storici della città, Castello, Marina e Villanova, tra il Giardino sotto le mura e il Terrapieno, dove saranno allestiti i palchi e il Villaggio Chourmo, e saranno ospitati i numerosissimi eventi, stand, librerie e punti ristoro. Per l’occasione la strada sarà chiusa al traffico nelle ore serali del 3, 4, 5 e 6 settembre dalle ore 17.00 all’una di notte. Gli altri luoghi del Festival saranno via San Domenico per l’anteprima del 2 settembre, Villa Muscas per la proiezione del film “Anime Nere” sempre il 2 settembre, e piazza Savoia per gli appuntamenti del sabato mattina.

“Proveremo ancora una volta a regalare alla città un luogo di incontro popolare e gratuito”, hanno detto gli organizzatori del festival durante la conferenza stampa, “un laboratorio a cielo aperto, accessibile a tutti, partecipato e inclusivo, aperto a chiunque abbia voglia ancora di stare all’aria aperta, in mezzo alla gente, a parlare di libri e libertà“.

Qui l’invito di Giacomo Casti al festival.

Tutte le info e il programma completo su www.marinacafenoir.it/.

(La foto di copertina è di Alec Cani)

INSERITO IN:

Tag:

I commenti sono chiusi.

Ultime Recensioni