«In Sardex ho pagato anche il notaio e l’ingegnere»

Il gioielliere Andrea Marotta si è rivolto a professionisti e ad aziende del Circuito per i lavori di ristrutturazione del negozio di famiglia ad Assemini.

«Ho pagato in crediti sardex sia gli atti di acquisto e di richiesta di mutuo per la ristrutturazione del locale, fatti dal notaio, sia la parcella dell’ingegnere che ha seguito tutto il programma dei lavori». Andrea Marotta, gioielliere, si è rivolto ad alcuni professionisti che stanno all’interno del Circuito per rinnovare e ampliare l’attività di famiglia.

Il negozio, creato dai genitori nel 1976 nel centro di Assemini, è gestito da Andrea da un ventennio. «Mi sono iscritto al Circuito di Credito Commerciale due anni fa. All’inizio la curiosità ha giocato un ruolo fondamentale, poi la chiarezza del consulente commerciale che mi ha illustrato tutte le opportunità offerte dalla rete mi ha dato la spinta definitiva. A conti fatti, l’adesione è stata una fra le decisioni migliori di tutta la mia carriera, una straordinaria opportunità di crescita per l’azienda. Anche i miei dipendenti hanno un conto sardex, hanno deciso di prendere parte al progetto sin dal primo giorno e con grande entusiasmo. Come gioielleria vendiamo in crediti tutti gli articoli a disposizione, mi ricordo ancora che con la prima vendita fatta a un’impresa di Sassari ho coperto quasi del tutto il costo d’iscrizione. I Sardex incassati li usiamo per un’infinità di cose: dalla spesa alimentare a quella farmaceutica, sino al cambio gomme per l’automobile».

L’imprenditore – che effettua decine di transazioni ogni mese – sinora ha sfruttato nel modo migliore tutte le connessioni create dal network per realizzare velocemente progetti importanti. «Devo riconoscere che, per merito del Circuito, sono riuscito a portare a compimento rapidamente i lavori di ristrutturazione della gioielleria, una scelta quantomai azzeccata nonostante avessi avuto accesso anche a un finanziamento in euro che è arrivato con otto mesi di ritardo. Impiego i crediti ogni volta che posso mentre uso gli euro per pagare le tasse e le bollette con maggiore tranquillità».

Ma Sardex non è solo sostegno concreto quotidiano, è pure mezzo col quale concedersi momenti di relax importanti e cementare con la pratica costante quel senso di comunità, di fiducia reciproca, così preziosa per affrontare le difficoltà quotidiane. «Al di là dell’acquisto o della vendita in sé, devo dire che tutte le operazioni fatte mi regalano sempre grande soddisfazione perché il rapporto che si crea con gli altri iscritti è più sano e ti fa sperimentare l’opportunità di darsi vicendevolmente una mano. Ad agosto ho fatto una settimana di vacanza pagata in crediti, se non avessi avuto Sardex sinceramente non l’avrei fatto».

Uno strumento non solo per il presente ma anche per pianificare con lucidità il futuro: «Ho in mente da tempo di costruire alcuni appartamenti e spero tanto di poterlo fare all’interno del Circuito, naturalmente proseguendo nel network la mia attività quotidiana».

INSERITO IN:

Tag:

I commenti sono chiusi.

Ultime Recensioni