Ian Nonnis, Radio Super Sound: «Il Circuito è una leva commerciale straordinaria»

L’editore dell’emittente radiofonica, nata a Guspini nel 1978 e che ha varcato i confini regionali con una frequenza a Livigno, riepiloga i benefici dell’adesione a Sardex. Grazie al network ha conquistato nuovi clienti, che comprano la pubblicità in crediti, rafforzato i rapporti con quelli vecchi ed effettuato spese importanti rivolgendosi a imprese locali, ancorando così la ricchezza al territorio.

Festeggia i suoi primi quarant’anni con l’ambizione e l’entusiasmo del primo giorno. Radio Super Sound guarda oltre l’isola restandovi solidamente ancorata. «La radio è nata nel 1978 – racconta l’editore Ian Loris Nonnis – e attualmente ha una copertura regionale grazie alle diciannove frequenze attive. Ma è la prima a essere presente nella Penisola con una frequenza attiva, a Livigno. Grazie al web, tuttavia, possiamo essere ascoltati ovunque».

Attivismo frutto di scelte manageriali precise, tese a creare le condizioni per aprirsi a nuove opportunità; tra queste l’adesione al Circuito Sardex. «Siamo iscritti da agosto 2017. Abbiamo sempre pensato che questo strumento potesse aiutare a superare la crisi economica e a incentivare l’economia sarda, non solo per la nostra attività ma anche per i nostri clienti che, a volte, sono costretti a dover rinunciare ai nostri servizi per mancanza di denaro. Dal nostro punto di vista, Sardex significa incrementare gli affari e avere anche la possibilità di farci conoscere maggiormente a livello regionale. Inoltre ci permette di acquistare beni e servizi più facilmente nel territorio sardo; molto spesso, infatti, si cercano prezzi più vantaggiosi fuori dall’isola».

Rapporti commerciali che si sono rapidamente espansi, consentendo all’emittente di affrontare altre spese importanti di edilizia, idraulica e arredamento e persino investimenti: «Stiamo ristrutturando un immobile acquistato l’anno scorso dalla società».

Tirando le somme, l’iscrizione al Circuito ha comportato diversi vantaggi che Nonnis elenca senza indugi: «Una maggiore flessibilità nelle transazioni, la possibilità di essere all’interno della vetrina Sardex e quindi far conoscere la nostra attività agli altri aderenti, la possibilità di conoscere altre realtà commerciali e di riallacciare i rapporti anche con vecchi clienti. Offriamo l’opportunità di trasmettere un messaggio pubblicitario all’interno della nostra emittente proiettato in tutta la Sardegna. Un servizio importante che è pagabile in crediti».

Pur essendo vitale per conquistare nuove fette di mercato e per mantenere quelle acquisite, la pubblicità è tra le voci di spesa maggiormente sacrificate; difatti quando le aziende debbono centellinare gli euro rinunciano spesso proprio a investire in questo settore.

Con contraccolpi pesanti anche per le aziende editoriali. Il Circuito aiuta gli aderenti a frenare il meccanismo. «L’aspetto più sorprendente è la sua capacità di far girare l’economia in Sardegna in modo più semplice e immediato. Quest’anno puntiamo a incrementare ancora di più la nostra attività sia in fase di acquisto che in fase di vendita, attirando ulteriori inserzionisti. Sardex – conclude Nonnis – è una boccata d’ossigeno per le imprese sarde».

INSERITO IN:

Tag:

I commenti sono chiusi.

Ultime Recensioni