Gabriele Littera presenta Sardex.net alla Camera dei deputati

Un convegno del C3 Young, sezione giovani dell’associazione internazionale calabresi nel mondo C3 International, per aiutare le startup innovative a crescere.

NUOVE IMPRESE? SI PUO’!

Dobbiamo credere che le nuove imprese siano la soluzione più durevole contro la crisi”. Il messaggio parte da un convegno organizzato dal C3 Young, sezione giovani del C3 International, l’associazione dei calabresi nel mondo, che si è tenuto presso la sala delle colonne della Camera dei Deputati a Palazzo Marini. A pronunciare questa frase il direttore delle relazioni esterne del gruppo Enel Gianluca Comin, uno dei numerosi e qualificati interlocutori intervenuti all’evento dal titolo “Start up innovative e modalità di accesso al credito”.
Il convegno lo hanno voluto proprio i giovani del C3 International Young per inaugurare le loro attività. Le nuove generazioni di calabresi che studiano o lavorano a Roma hanno un approccio molto concreto nei confronti del loro futuro. Conoscono la crisi e conoscono le opportunità che essa può offrire. Sanno quanto sia difficile trovare un impiego, ma sono consapevoli che il lavoro si possa creare. Per questo, sostenuti e accompagnati dall’on. Peppino Accroglianò, presidente e fondatore del C3 International, guardano con grande interesse alle nuove leggi e normative di sostegno ai giovani che vogliono fare impresa e, per saperne di più hanno riunito tante personalità preparate sull’argomento e disposte a condividere le proprie conoscenze.

Il convegno è stato coordinato da Filomena Tucci, responsabile dell’Istituto Piepoli, che ha presentato uno studio statistico sul grande interesse che le normative sulle “Srl semplificate” e sulle “Start up innovative” stanno suscitando nei giovani. L’Istituto Piepoli ha quindi condotto il 22 APRILE 2013 un’indagine sul tema con metodologia C.A.T.I. su un campione rappresentativo della popolazione italiana.
Lo studio ha misurato il gradimento delle nuove leggi a favore dell’imprenditoria giovanile, tra queste la “srl semplificata” legge 27/2012 – una nuova forma di società che permette ai giovani al di sotto dei 35 anni di diventare piccoli imprenditori versando solo 1 euro e senza costi notarili-.Secondo il 62% degli italiani intervistati nel sondaggio da Istituto Piepoli la srl semplificata aiuta a creare occupazione per i giovani e a combattere la crisi. Come dichiara la dottoressa Filomena Tucci, di Istituto Piepoli “alla luce di questi incentivi potremmo vedere aumentare il tasso di natalità delle imprese”; dal sondaggio effettuato è emerso che un giovane su cinque al di sotto dei 35 anni ha infatti dichiarato che potrebbe approfittare della possibilità di aprire un’impresa versando solo un euro.

Grande successo con il 66 % di gradimento anche per la legge sulle “start up innovative” (contenuta nel decreto legge 179/12) che consente a nuove società con sede principale in Italia e che si occupano di attività di ricerca con alto contenuto tecnologico di ottenere incentivi fiscali e semplificazioni burocratiche sia nella registrazione che nella gestione dei rapporti di lavoro. I nuovi provvedimenti, se accompagnati con adeguate azioni di training e supervisione da parte degli esperti di finanza ed economia potranno veramente generare una nuova classe di giovani imprenditori. Dopo il saluto del Presidente Peppino Accroglianò e Pierangelo Fabiano, a nome rispettivamente del C3 International e del C3Young, ad aprire la serie di interessanti interventi è stato il Preside della Facoltà di Economia di Tor Vergata Beniamino Quintieri. “La recessione che stiamo vivendo è in realtà un periodo di semina, è in momenti come questo che si creano le basi per la crescita – ha spiegato Quintieri agli intervenuti – è importante che oggi si lavori per creare nuove imprese. Certamente per far crescere le start up innovative occorre un ambiente favorevole, un ambiente dove ci sia interazione tra le persone, un network di contatti”.

La Calabria non è più una Regione in fondo alle classifiche europee quanto ad innovazione. Lo ha spiegato il Prof. Massimiliano Ferrara, dirigente generale del dipartimento cultura, Università, ricerca, trasferimento tecnologico della Regione Calabria. “ Negli ultimi tre anni in Calabria abbiamo creato un sistema regionale per l’innovazione – ha raccontato Ferrara – e quattro distretti ad alta tecnologia. Attraverso tre bandi strategici puntiamo a rafforzare le imprese che esistono, a creare micro imprese altamente innovative e spin off universitarie per stimolare la produzione di idee e la ricerca”. Dopo i consigli e le spiegazioni dell’avvocato Giovanni Lombardi, socio dello studio Labruna Mazziotti Segni, che assiste gli imprenditori esteri che vogliono investire in Italia, è stata la volta di Gianluca Comin, direttore relazioni Istituzionali del gruppo Enel, una delle più importanti aziende italiane che negli ultimi anni si è trasformata in una multinazionale presente in 40 Paesi del mondo.

“L’azienda è fortemente attiva nel campo dell’innovazione – ha illustrato Comin – stiamo stimolando il rinnovamento al nostro interno e nei prossimi anni investiremo molto per questo obiettivo. Incoraggiamo, anche, l’innovazione che cresce intorno a noi, creando filiere e posti di lavoro di qualità. Infine, per sostenere l’innovazione nelle clean technologies, abbiamo promosso il laboratorio di impresa Enel Lab che, pochi giorni fa, ha premiato sette start up, tra cui anche una calabrese, che ha sviluppato una tecnologia che permette di ottimizzare il ciclo di ricarica delle batterie”.

Molto apprezzato l’intervento di Domenico Arcuri, amministratore delegato INVITALIA, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, che ha messo in guardia la platea dalle facili illusioni. Vero che in Italia stanno nascendo tantissime star up, ma è altrettanto vero che la maggior parte di loro muoiono, non superando mai la fase iniziale per diventare imprese solide. Arcuri ha puntato il dito sulla necessità di superare alcuni complicati meccanismi della Pubblica amministrazione e i sistemi di aiuto a fondo perduto – a suo avviso sono molto più utili i crediti agevolati – per poi concludere: “ Prendersela con la Pubblica amministrazione, in un contesto certamente non favorevole, non è una risposta sempre sufficiente per giustificare gli insuccessi”.
L’incontro è stato arricchito anche dalla fattiva presenza del brillante imprenditore Gianluca Dettori, fondatore e Presidente di Dpixel, società di venture capital nel settore hi-tech.

Al Convegno sono state ospitate testimonianze di iniziative di successo come: Ti&Si, Tecnologie Informatiche & Sistemi Informativi, azienda di servizi nata nel 2004; Enjoy Calabria ,progetto di innovazione sociale finanziato dal MIUR- Programma Operativo nazionale PON R&C2007-2013 rivolta a tutti coloro che, per motivi turistici, per lavoro o altro, si trovano sul territorio calabrese; Sardex.Net, circuito che riunisce imprese sarde che lavorano in rete per rendere più forte l’economia locale.
A rappresentare le Istituzioni è intervenuto il Vice presidente del Senato della Repubblica Maurizio Gasparri. “Ho visto un’iniziativa che non è solo un convegno – ha commentato – ma è il tentativo di creare un circuito virtuoso. Ci sono norme, regole e risorse spesso non attivate e vedo il Presidente Accroglianò e l’Associazione C3 International molto attenti a scendere nel concreto, per aiutare i giovani che hanno idee e vogliono creare nuove imprese”. Per la Regione Calabria, al fine di incoraggiare e conoscere i giovani aspiranti imprenditori, ha partecipato l’Assessore alle attività produttive Demetrio Arena.

“Il C3 International si è sempre occupato dei giovani – racconta Accroglianò – tutte le nostre iniziative hanno sempre avuto il fine ultimo di aiutarli e incoraggiarli nella costruzione del loro futuro”.
L’associazione C3 International porta avanti tante iniziative, soprattutto nel settore della cultura, nell’alta formazione con il Master in “Promozione Internazionale”, considerata da Peppino Accroglianò la carta vincente per il futuro della Calabria. In questo percorso va senz’altro citato il grande poeta e magistrato Corrado Calabrò, compagno di viaggio dell’associazione e figura esemplare per la Calabria nel mondo. Ricordiamo i numerosi recital-spettacolo delle sue poesie organizzati dal C3 International in Italia e all’estero.

Il 2013 quindi si presenta ricco di occasioni e grandi appuntamenti, tra cui non dimentichiamo, la prossima edizione del Premio Internazionale la Calabria nel Mondo è fissata in Campidoglio per il 25 giugno, mentre il 22 maggio il C3 International ha organizzato un convegno sull’utilizzo delle fonti di energia rinnovabile e sul risparmio energetico.
Dopo gli interventi dei relatori c’è stato tempo anche per le domande del pubblico, composto soprattutto da giovani molto attenti e propositivi. La serata si è conclusa con una cena nello storico Ristorante “Da Mario” in via della Vite, durante la quale i relatori e i soci del C3 Young hanno potuto proseguire riflessioni e ragionamenti sui contenuti dello stimolante convegno, ma anche godersi una appetitosa cena sociale.

 

INSERITO IN:

Tag:

I commenti sono chiusi.

Ultime Recensioni